Straordinaria dimostrazione di forza da parte di RP Motorsport nel sesto appuntamento stagionale dell’Indy Pro 2000 Championship, andato in scena sul circuito stradale di Mid-Ohio. La scuderia italiana è infatti riuscita a cogliere con Kyle Kirkwood un vero e proprio en-plein, conquistando entrambe le gare in programma dopo aver ottenuto una doppia pole position. Un risultato che consente ora al giovane pilota statunitense di vedere sempre più da vicino la vetta della classifica, distante ora soltanto 13 lunghezze quando mancano cinque gare alla conclusione.

Il fantastico week-end per la scuderia diretta da Fabio Pampado è stato anche impreziosito dall’ottima prestazione fatta registrare da Ian Rodriguez, il quale si è visto sfuggire la seconda posizione in gara-1 solo nel finale di gara a causa di una manovra al limite da parte di un avversario, finendo comunque per concludere sul podio con il terzo posto.

La prestazione di Mid-Ohio conferma RP Motorsport quale solida realtà nel panorama agonistico del campionato propedeutico all’IndyCar Series, grazie al quinto successo colto nelle ultime sei gare e ad un week-end disputato da entrambi i piloti costantemente su alti livelli, grazie al quale il team ha potuto consolidare la propria seconda piazza nella classifica del campionato a stelle e strisce.

Il fine settimana sul tracciato che sorge nei pressi di Lexington si è aperto subito nel migliore dei modi per il team piacentino, con Kyle Kirkwood capace di svettare in entrambe le sessioni di qualifica con un vantaggio di quasi mezzo secondo sugli inseguitori, mentre Rodriguez ha ottenuto la quinta prestazione in ambedue le occasioni.

Il driver di Jupiler ha gestito nel migliore dei modi la partenza dalla pole position nella prima manche, tenendo a bada gli avversari nonostante le fasi di neutralizzazione scaturite dagli interventi della Safety Car. Rodriguez è stato al contempo molto abile nel risalire fino alla seconda posizione, tenendosi alle spalle per lunghi tratti i due portacolori del team Juncos Racing. Purtroppo, durante le convulse fasi finali, Sting Ray Robb ha usato le “maniere forti” nei confronti del pilota guatemalteco, il quale è stato costretto a finire sull’erba, vedendo sfumare la possibilità di completare una meritata doppietta ma ottenendo comunque un eccellente terzo posto.

Il copione della prima manche si è per certi versi ripetuto anche nella seconda, con Kirkwood capace di mantenere la testa per tutti i 25 giri in programma, transitando sotto la bandiera a scacchi forte di un margine di tutta sicurezza nei confronti degli avversari, con il diretto antagonista al titolo Rasmus Lindh giunto al terzo posto. Rodriguez ha chiuso in quinta piazza, non riuscendo stavolta nell’impresa di trovare il varco giusto per scavalcare i rivali e puntare ad un altro podio.

Fabio Pampado (Team Principal RP Motorsport): “Per noi è stato un week-end straordinario. Il team ha svolto un lavoro magnifico, con entrambe le vetture costantemente nelle prime posizioni. Kyle è stato perfetto, conquistando entrambe le pole position e dominando ambedue le manche. Abbiamo recuperato molti punti in classifica, ma sarà dura perché i nostri rivali non mollano di un centimetro. Un applauso anche a Ian, il quale avrebbe sicuramente meritato di portare a casa una doppietta per il team, ma la sua rimane comunque una prestazione molto buona. Adesso ci attende una sfida su ovale che non sarà di certo facile, ma siamo decisi a non voler sbagliare un colpo!”

Kyle Kirkwood (pilota RP Motorsport): “Wow, che week-end fantastico! E’ andato tutto per il verso giusto e ringrazio il team per avermi messo a disposizione una macchina fenomenale. Questa è una delle mie piste preferite e devo dire che mi sono sempre trovato molto bene. Abbiamo recuperato dei punti importanti ma non voglio lasciarmi trasportare dalle emozioni: siamo qui per vincere delle gare e abbiamo fatto il nostro dovere. Voglio rimanere concentrato al 100% perché tutto può succedere: abbiamo ancora cinque gare davanti a noi e non sarà concesso sbagliare nulla!”

Ian Rodriguez (pilota RP Motorsport): “Sono sicuramente soddisfatto per come sono andate le cose. Rimane un pizzico di delusione per il secondo posto sfumato nella prima gara, ma credo sia comunque molto importante per il team aver piazzato due piloti sul podio. Per quanto mi riguarda mi sento sempre più a mio agio con la macchina, ho acquisito ulteriore esperienza e credo che anche nel finale di stagione potrò giocarmela per qualche bel risultato e dare una mano al team!”

Dopo la sessione di test collettivi programmata per il 15 Agosto, RP Motorsport tornerà in pista sul mini-ovale di Gateway per il Round 12 dell’Indy Pro 2000 Championship il 23-24 Agosto.