Sarà una sfida inedita e sicuramente eccitante quella che RP Motorsport Racing si appresta ad affrontare nel week-end del Memorial Day americano. Dopo lo straordinario successo colto meno di due settimane fa nel mitico scenario dell’Indianapolis Motor Speedway, la scuderia piacentina si sposterà soltanto di alcune miglia per il settimo round stagionale del Pro Mazda Championship. Ad attendere Harrison Scott e Lodovico Laurini vi sarà il Lucas Oil Raceway, un mini-ovale lungo 0.686 miglia che sorge nella cittadina di Brownsburg, a pochi passi dall’impianto che Domenica 27 Maggio ospiterà la celebre 500 Miglia.

E proprio nel contesto degli eventi che porteranno all’evento-clou del fine settimana andrà in scena anche la Freedom 90, l’appuntamento che vedrà la scuderia piacentina ed i propri piloti cimentarsi per la prima volta in un tracciato dalle simili caratteristiche e dalle elevate velocità di percorrenza media. Una gara che si svolgerà poco prima del tramonto e che richiederà una particolare attenzione dal punto di vista del set-up e delle strategie. Scott e Laurini saranno chiamati a doversi adattare in tempi assai rapidi ad un contesto per loro del tutto inedito, con il team che come di consueto sarà impegnato nel prestare la massima attenzione per poter consentire ad entrambi di mantenere gli elevati livelli di qualità messi in mostra in questa prima parte di stagione.

Dopo aver conquistato due delle ultime tre gare in campionato, Harrison Scott riparte dai suoi 116 punti che attualmente gli valgono il quarto posto in classifica. Una situazione che sarebbe potuta essere ancora più rosea senza lo sfortunato guaio tecnico occorsogli in gara-2 a Indy, ma che al tempo stesso autorizza a ben sperare in vista del prosieguo del campionato. Anche per Laurini la situazione in campionato avrebbe meritato un piazzamento ancora migliore, soprattutto alla luce dei grandi miglioramenti evidenziati dal pilota di Busseto in particolar modo nel round di Indianapolis.La sfida sull’ovale del Lucas Oil Raceway rappresenta una sorta di terno al lotto, ma RP Motorsport Racing punta a confermarsi quale solida realtà capace di sorprendere tutti in questa prima parte di campionato.

Fabio Pampado (Team Principal RP Motorsport Racing): “Vogliamo ripartire da quanto di buono messo in mostra a Indianapolis, puntando a riconfermarci nelle posizioni di vertice. Siamo consapevoli che per noi non sarà facile questa gara, visto che si tratterà della nostra prima esperienza su un ovale, ma sappiamo di poter contare su due piloti molto validi e su un organico affiatato che come sempre darà il 110% per puntare al massimo obiettivo”.

Harrison Scott (pilota RP Motorsport Racing): “Sarà eccitante correre su un ovale! Non vedo l’ora di cimentarmi in questa nuova avventura e di provare questa sfida. A Indianapolis ci siamo tolti una grande soddisfazione, anche se il ritiro in gara-2 ci ha lasciato un po’ di amaro in bocca. Siamo però usciti da quel week-end con una consapevolezza ancora maggiore nei nostri mezzi, dunque andremo in pista per giocarcela alla pari con tutti gli altri e senza alcun timore reverenziale!”

Lodovico Laurini (pilota RP Motorsport Racing): “Gareggiare su un circuito ovale sarà per me un’esperienza del tutto nuova che mi affascina moltissimo. Sarà importante cercare di ottimizzare l’esperienza che riusciremo ad incamerare nelle sessioni di prove libere, per poi cercare di essere competitivi in qualifica ed in gara. Ad Indianapolis la fortuna non mi ha aiutato, complice qualche azione un po’ sopra le righe da parte di alcuni miei avversari, ma qui voglio dare ancora il massimo e lottare con il coltello tra i denti!”

Nell’ottica di aiutare i piloti del Pro Mazda a conoscere i segreti della guida su un circuito ovale, il week-end verrà preceduto da uno speciale briefing organizzato dal campionato che vedrà gli interventi di Josef Newgarden (campione in carica IndyCar Series), Kyle Kaiser (campione Indy Lights) e Sage Karam, coadiuvati dallo Steward Race del Pro Mazda Championship, ovvero Johnny Unser.

I motori verranno accesi nella giornata di Giovedì 24 Maggio, quando andranno in scena due sessioni di test della durata complessiva di 90 minuti, prima delle prove libere che scatteranno alle 19:00 locali (l’una di notte in Italia). L’indomani la sfida entrerà nel vivo, con lo svolgimento della sessione di qualifiche (alle ore 21:05 italiane) che determinerà lo schieramento di partenza della gara in programma alle 19:05 statunitensi (ore 1:05 italiane). Qualifiche e gare saranno visibili in live streaming sulla piattaforma Road To Indy TV e sull’app annessa, mentre il live timing sarà disponibile anche sul sito indycar.com. Come sempre, costanti aggiornamenti verranno pubblicati sui canali Social (Facebook, Twitter e Instagram) di RP Motorsport Racing.